Connect with us

Calcio

La favola dell’imbattuto Delfino FP: secondo posto a sorpresa

Published

on

Decisivi il colpaccio di Cupello e la continuità di rendimento

Alzi la mano chi si aspettava ad agosto il Delfino Flacco Porto in classifica a ridosso delle corazzate Lanciano e Castelnuovo. La squadra di Guglielmo Bonati è la vera rivelazione del campionato di Eccellenza in questo primo scorcio di stagione, in barba a chi pronosticava un avvio di torneo difficile dopo l’addio in extremis della bandiera Ligocki, traslocata a Sambuceto. E invece, grazie a continuità di rendimento e a granitica organizzazione di gioco, dopo 7 giornate i portuali si sono issati al secondo posto in classifica a quota 15 punti, a braccetto con la Bagicalupo e ad un tiro di schioppo dal tandem di testa. Insieme al Nereto, che però ha 11 punti, i pescaresi sono l’unica squadra imbattuta: 4 vittorie e 3 pareggi con 15 gol realizzati e solo 5 al passivo (ha incassato meno solo il Castelnuovo, 4 reti). Una vera e propria favola quella del Delfino, al secondo anno in categoria dopo la brillante salvezza conquistata l’anno scorso.

Nessuno spazio però a trionfalismi, resta la permanenza in categoria l’obiettivo primario della truppa: niente voli pindarici, quindi, per Saltarin (protagonista della rete decisiva per il blitz di Cupello, dopo aver rifilato nel turno precedente una doppietta per il 4-0 interno al Paterno) e soci, piedi ben piantati per terra per non trasformare l’entusiasmo, aspetto positivo, in euforia che può distrarre. Nel prossimo turno la banda di Bonati ospiterà al San Marco la Torrese (7 punti) con un chiaro obiettivo: vincere per continuare a sognare.

La squadra si sta esprimendo al massimo e sta facendo delle cose inaspettate, ad inizio stagione non era prevedibile pensare alla classifica odierna“, commenta il Club Manager pescarese Leo Sfamurri, “ma il nostro obiettivo resta salvarci il prima possibile, tirandoci fuori dalla parte calda della classifica prima della seconda parte di stagione quando tutte le squadre si rafforzeranno in base agli obiettivi che hanno. A Cupello abbiamo fatto una grandissima gara, più che dal punto di vista tecnico-tattico da quello dell’atteggiamento. Siamo entrati in campo con un piglio pazzesco e con una bella voglia di portare a casa un risultato importante, siamo contentissimi. Vincere a Cupello contro una grande squadra non sarà facile per nessuno, sappiamo di aver compiuto una sorta di impresa. Non dobbiamo cavalcare eccessivi entusiasmi ma dobbiamo volare basso. Dobbiamo continuare a lavorare per prendere punti anche con la Torrese in casa, contro un team che ha una classifica bugiarda. Intanto ci godiamo il momento e voglio ringraziare i ragazzi e lo staff che ci stanno facendo sognare”.